Litterae.eu
Humanities & IT


Ubuntu No Snap

A volte in Ubuntu sono introdotte a testa bassa novità discutibili. Era capitato una decina di anni fa con l'ambiente grafico Unity, dallo scontento per il quale sono nati l'ambiente grafico Mate e la distribuzione derivata Mint. Si ripete ora con Snap, il gestore di installazione e aggiornamento software affiancato al classico Apt e che pare prossimamente su Ubuntu lo soppianterà.
Come allora non mi piacque Unity (pesante e poco intuitivo) e passai a Mate, oggi non mi piace Snap (disordinato nell'economia del sistema operativo) e mi vorrei tenere solo Apt. Siccome immagino di non essere il solo, ho compilato le istruzioni per rimuovere il nuovo gestore di pacchetti in un programmino chiamato DeSnap, il cui nome parla da sé.
Snap infatti arriva preinstallato dalla versione Ubuntu 18.04 in avanti, per cui non si può scegliere preventivamente se averlo o meno. DeSnap automatizza le operazioni di rimozione, già descritte bene in vari blog dedicati al pinguino: disabilita il servizio, disinstalla i pacchetti snap presenti, disinstalla Snap e i suoi plug-in e infine ne inibisce la priorità, così da evitare che si reinstalli da sé aggiornando il sofware o installandone di nuovo via Apt.
DeSnap funziona per le versioni fino alla Ubuntu 22.04; cosa succederà dalla 24.04 si vedrà.

DeSnap si esegue da terminale, digitando bash desnap.sh, e naturalmente richiede i privilegi da super utente.
Magari, prima di lanciare DeSnap, meglio digitare da terminale snap list e vedere quali pacchetti sono effettivamente installati; in caso poi basta aggiornare la sezione "#snap list" nel file desnap.sh.
Per Ubuntu 22.04 le ultime due righe di desnap.sh vanno riattivate, eliminando il cancelletto iniziale di entrambe, perché i pacchetti deb di Firefox nei repositori di Canonical sono stati scritti per riattivarne l'installazione con Snap... vanificando dunque tutti i passaggi precedenti. Se però non si intende installare il browser di Mozilla, si possono lasciare le due righe come sono.

DeSnap può essere scaricato e usato gratuitamente così com'è e consapevoli di farlo a proprio rischio.
E, naturalmente, se lo script piace e va di offrirmi un caffè, tante grazie 🙂


Site designed by litterae.eu. © 2004-2022. All rights reserved.
Info GDPR EU 2016/679: no cookies used.