Una pagina al giorno
di Daniele Lucchini



Partire


Coincidenze e ritardi
che scandiscono il tempo
come un battito d’ali
da tabelle meccaniche.
Al di là della neve
che scende come pioggia di cotone
un ragazzo boccheggia,
le mani a palmi aperti
premute sul finestrone d’acquario
della carrozza.
Soli in disparte, staccati dal gregge
placido sotto
la pensilina, due giovani cinesi: lui canticchia
una nenia di luoghi
ed affetti lontani,
infine non portata
dall’anestesia bluastra
di un televisore; lei, sorridendo
senza posa nel cellulare, fissa
orari e appuntamenti
nella mia lingua.
Sfumature del colore partire.



da Una pietra sopra



Pagina Bianca è un tema disegnato da litterae.eu
Info GDPR EU 2016/679: no cookies used, no personal data collected.